UE, disco verde per l’adesione della Croazia

//   3 gennaio 2012   // 0 Commenti

adesione ue croazia

Via libera del Parlamento all’adesione della Croazia all’Unione Europea. Con il Trattato firmato dai capi di Stato e di governo dei 27 Stati membri, dal presidente della Croazia, Ivo Josipovic, e dal premier uscente Jadranka Kosor, è giunto a termine il processo di negoziati iniziati nell’ottobre del 2005. La firma permetterà dunque a Zagabria di diventare il 28° paese membro dell’Unione Europea dal 1° luglio 2013.
L’adesione della Croazia completerà l’ondata del sesto allargamento nella storia dell’Unione. Si tratta di un importante passo in avanti nel cammino verso un’Europa più ampia di pace, democrazia, stabilità e prosperità“, si legge nel comunicato stampa emanato dal Consiglio. Il presidente Josipovic ha invece commentato così la grande vittoria ottenuta: “Oggi la Croazia sta entrando in Europa, ma soprattutto l’Europa sta entrando in Croazia“. Da questo momento la Croazia parteciperà come osservatore attivo nei lavori del Consiglio europeo e dei suoi organi preparatori.
Nel contempo, i capi di stato e di governo delle nazioni europee (Germania in prima linea) non hanno fornito alla Serbia lo status di candidato a causa di disaccordi sulle attuali tensioni in Kosovo. E’ stato deliberato di posticipare la decisione di stabilire una data per l’inizio dei negoziati per l’adesione all’UE da parte del Montenegro. Il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, conferma che i leader europei hanno deciso di rallentare il processo con la Serbia e di decidere in merito nel corso del prossimo vertice.
Sul Montenegro, Van Rompuy auspica venga presa una decisione positiva nel prossimo vertice di giugno 2012, a condizione che il paese continui la sua lotta contro la corruzione ed il crimine organizzato.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *