Accademia dei Lincei: approvato all’unanimità Rapporto “I vaccini”

//   19 maggio 2017   // 0 Commenti

vaccinazioni-bambini

Il Rapporto “I vaccini”è stato approvato dall’Accademia dei Lincei all’unanimità  il 12 maggio 2017 nell’assemblea a classi riunite  ed è stato preparato da un gruppo di lavoro costituito da Guido Forni, Alberto Mantovani, Lorenzo Moretta e Giovanni Rezza con il coordinamento di Maurizio Brunori, vicepresidente dei Lincei. Un rapporto che “risponde ad uno scopo statutario dei Lincei consistente nel fornire pareri pro veritate su temi di propria competenza”. Il Rapporto “ribadisce l’importanza della vaccinazione quale fondamentale strumento di prevenzione per la salute dell’individuo e della comunità”, ricordando che secondo l’Organizzazione mondiale della sanità i vaccini salvano 2,5 milioni di vite all’anno: cinque vite ogni minuto. E “malattie come difterite, pertosse, poliomelite, che nel secolo scorso rappresentavano veri e propri flagelli con disastrose epidemie e innumerevoli morti, oggi non causano problemi perché siamo vaccinati contro di esse”.

Netta presa di posizione quindi dell’Accademia dei Lincei contro gli anti-vax: “Negli ultimi decenni le tecnologie e gli approcci per sviluppare i vaccini si sono grandemente evolute rendendo i vaccini stessi più sicuri ed efficaci. Eppure, come evidenziato nel rapporto, i vaccini sono stati e continuano ad essere oggetto di notizie errate e fuorvianti, quale l’associazione tra vaccini e autismo, affermazione priva di qualsiasi fondamento scientifico”. Tra le motivazioni che hanno condotto all’approvazione del documento si riporta anche la dimensione di solidarietà sociale dei vaccini, a protezione dei più deboli, infatti – spiega l’Accademia dei Lincei – “mantenere coperture vaccinali elevate riduce infatti in modo drastico la probabilità di trasmissione dei patogeni, proteggendo anche coloro che non possono vaccinarsi, ad esempio perché affetti da immunodeficienze, tumori e malattie croniche”.
In quest’ottica il documento dell’Accademia dei Lincei “esprime parere favorevole rispetto all’obbligatorietà delle vaccinazioni per accedere alla scuola, a salvaguardia del diritto all’istruzione e alla vita di relazione anche per i bimbi più fragili”. L’Accademia dei Lincei evidenzia anche come “il nostro Paese abbia dato un contributo straordinario dal punto di vista della ricerca scientifica nel settore dell’immunologia e dei vaccini, della produzione industriale e della implementazione di politiche vaccinali efficaci su scala nazionale e globale, partecipando attivamente a iniziative di salute globale come la Global Alliance for Vaccines  and Immunizzation”.

Il Rapporto riporta infine “i problemi di salute dei Paesi più poveri, documentando come, nonostante i progressi fatti e l’impegno del nostro Paese, ancora muoiono nel mondo 1,5 milioni di bambini perché non hanno accesso ai vaccini più elementari, quali quelli contro difterite, tetano e pertosse”. Pertanto, “quella della partecipazione di tutti ai programmi di vaccinazione è la sfida che rimane attuale e pressante, fondamentale per dare a tutti nel mondo le stesse opportunità di salute”.

vaccinazioni bambini


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *