A Walter Chiari è dedicato “Il Sarchiapone”, premio e rassegna di comici emergenti a Cervia

//   4 agosto 2017   // 0 Commenti

Masha Sirago, Il Sarchiapone 2016

Sabato 5 agosto con inizio alle ore 21 in piazza Garibaldi a Cervia torna “Il Sarchiapone”, il concorso per giovani talenti comici in onore del grande attore comico Walter Chiari, ideato da Bruno Guidazzi, in arte “Zimbo”(Cervia, 1937 – 2013), suo segretario, amico e manager per un lungo periodo tra gli anni Settanta e Novanta.

4 Walter Masha Bruno e Claudia ph Masha Sirago 300x182

Walter Chiari, Masha Sirago, Bruno Guidazzi, Claudia Bissi

La manifestazione è alla sua 26esima edizione e, in onore del mio caro amico Walter, torno sempre molto volentieri in questa deliziosa cittadina romagnola che ho conosciuto per la prima volta proprio insieme a Walter, ospiti nel lontano 1990 di Bruno e sua moglie Claudia Bissi.

Nell’estate del 1992, successiva alla scomparsa di 3 Sarchiapone Schermata 2017 07 26 alle 15.39.57 210x300Walter,” Zimbo” ha allestito nella piazza Pisacane di Cervia la prima edizione de “Il Sarchiapone” . Mi racconta Claudia Bissi: “Ho un dolce ricordo delle prime edizioni nella piazzetta Pisacane perché erano raccolte e “improvvisate” dall’affetto vero e sincero dei cari amici di Walter che accorrevano per essere presenti nel ricordo di una serata evento. E mi piace molto vedere di anno in anno le stesse persone che tornano a seguire la manifestazione con affetto qui a Cervia”.

Fin dalla prima edizione de “Il Sarchiapone” sono stata invitata a partecipare – non solo per l’amicizia che mi univa a Walter e a loro – ma anche perché portavo in scena l’originale spettacolo di Trasformismo da me ideato, tanto che proprio Walter Chiari mi soprannominò “Masha e Raddoppia?”: clicca per leggere http://www.lagazzettameridionale.com/2013/11/il-personaggio-masha-o-raddoppia.html .

Sono tornato spesso negli anni successivi prendendo parte a numerose edizioni, incontrando anche gli amici che avevano conosciuto e lavorato con Walter, tra cui Paolo Mosca, Patrizia Caselli, Valeria Fabrizi, Bruno Lauzi, Giovanna, Elio Pandolfi, Ivana Monti, Daiano, Tatti Sanguineti, Marino Bartoletti, Umberto Broccoli, Ugo Gregoretti, Oliviero Beha, e tanti altri, proprio tanti! “Walter Chiari non ha eredi artistici, era un artista senza autori. Mi mandava a prendere il giornale locale e sulla cronaca del giorno costruiva lo spettacolo per la sera stessa. Di Walter ce n’è uno solo. I testi, lui, non se li sarebbe mai fatti scrivere” (da “La fortuna di chiamarsi Bruno Guidazzi. A spasso per Cervia con Walter Chiari” di Marina Mingori). Simone Annicchiarico, il figlio di Walter, ha dichiarato nel volume “Walter Chiari. Un animale da palcoscenico” di Michele Sancisi “Perché Walter non era solo un uomo in carne e ossa, ma era anche un fumetto, un’idea, era Errol Flynn mischiato a Jacques Cousteau, e i fumetti, gli eroi e le idee non muoiono mai”.

6 Guido Guidazzi Simone Annicchiarico Andrea Vasumi Sarchiapone 2016 300x225

Guido Guidazzi, Simone Annicchiarico, Andrea Vasumi ("Il Sarchiapone" 2016)

Va ricordato che nell’Italia degli anni Cinquanta e Sessanta Walter Chiari è l’artista più famoso e pagato di tutti, oltreché essere un grande protagonista della Dolce Vita romana (Federico Fellini si ispirò a quella lite famosa ripresa nella foto di Walter Chiari che insegue il paparazzo Tazio Secchiaroli per il film “La Dolce vita”)  e la sua consolidata notorietà di tombeur de femmes diventò internazionale con l’incontro con Ava Gardner (all’epoca moglie di Franck Sinatra) che era in Italia per girare il film “La contessa scalza”. Numerose sono state le storie d’amore e flirts con attrici quali Lucia Bosè, Patrizia Caselli, Annamaria Rizzoli, Marina Occhiena, la Principessa Maria Gabriella di Savoia e tante altre.

Walter Chiari era l’amico di tutti, non si rivolgeva mai ad una platea, visibile o invisibile che sia: si rivolgeva ad ogni singola persona. E il pubblico, o meglio la gente, “sentiva” fortemente e visceralmente che era così. Chi ascoltava Walter sia in pubblico che in privato avvertiva un senso di esclusività e quindi un beneficio contagio di allegria, bonarietà, solidale affetto.  E poi “Sono pugliese come te!”, mi disse Walter quella sera di Natale che trascorse a casa mia con la mia famiglia. “Intanto c’è da dire che sono originario di Puglia, vicino a Bari, nelle Puglie. E a pensarci bene si vede. Alto, robusto ma segaligno, la faccia equina, l’andatura da cavallo, l’animo sognatore della gente del sud…ho un aspetto da sudista nordico, insomma, che lascia intuire quanto le mie radici siano affondate là, in quella terra dove nel duecento scorazzarono i normanni, che dovevano essere dei bei mandrilloni, a giudicare da come si sono immortalati nell’italica stirpe” (da “Quando spunta la luna a WalterChiari. Semiromanzo quasibiografico”).

5 Walter Chiari e Masha Sirago a cena dopoteatro foto Masha Sirago1 300x201

Walter Chiari e Masha Sirago, a cena dopoteatro

Sul palco di quest’anno si alternano una decina di cabarettisti emergenti, provenienti da tutta Italia, che saranno esaminati da una giuria di esperti. Ospiti della serata: Duilio Pizzocchi, comico e cabarettista; Davide Riondino, cantautore; Maurizio Lastrico, attore teatrale; I Gemelli Ruggeri, duo comico; Veronica Ungureanu, soprano; Sara Dall’Olio, cantante.  Andrea Vasumi presenta la rassegna dei comici con Simone Annicchiarico, figlio di Walter Chiari. Dopo la scomparsa di “Zimbo” sono Claudia Bissi e Guido Guidazzi a portare avanti l’organizzazione della rassegna di comici, con l’assegnazione del “Premio Walter Chiari”. “Il Sarchiapone” – va spiegato a chi non lo sapesse – è riferito al celebre sketch che vedeva Chiari impegnato con la sua storica “spalla” Carlo Campanini.

Sfogliando il mio album dei ricordi, ecco alcune foto che sono indicative del modo di giocare di Walter con me in pubblico e non solo. Eccolo mentre gioca a fare “il Trasformista” con me, che lo ero veramente di professione  (unica donna in Europa!). Mi aveva portato con sé a lavorare in teatro a Torino dove mi ci avevano scatto molte foto assieme e pubblicandole su vari giornali. Non è un caso che lui avesse coniato la frase “Masha e raddoppia?”. Azzeccatissima.

7 Masha Sirago and Tiffany orecchini Raffaello

Masha Sirago, scrittrice, e Tiffany "Animal academicum" versione Raffaello (opere d'arte formato francobollo)

E così la mia memoria torna a quel giorno quando eravamo agli stabilimenti televisivi della Dear a Roma per “Domenica in”, c’erano tanti paparazzi intorno, e lui per farli divertire – ma anche dargli lavoro – parlava e si lasciava fotografare volentieri. A un certo punto comincia a prendere il mio cappello e se lo mette in testa, poi si toglie la giacca e mi fa togliere la mia pelliccia per metterla e a me fa mettere la sua giacca. Un continuo scambio, i fotografi contentissimi! Ho visto alcune foto da qualche parte, sono carinissime, emblematiche di quel giorno, la mia prima volta che ho “messo piede” nel vero senso della parola e nella Capitale, proprio con uno dei più grandi divi della Dolce Vita. Nel film “La Dolce vita” di Federico Fellini c’è un episodio ispirato a un fatto realmente accaduto a Walter: l’aggressione a un paparazzo.

Ho tante altre foto di me e lui assieme. E allora mi rivedo come ero venti anni fa, giovanissima e sorridente. Ancora inconsapevole delle cattiverie nel mondo. L’ultimo giorno prima che scomparisse Walter ed io eravamo era a pranzo insieme a Milano. Il giorno dopo guardavo il soffitto soffrendo in silenzio, perché era la prima persona cara che mi veniva a mancare definitivamente, e non conoscevo quel sentimento. Per un mese sono rimasta così. Triste. Spersa.

Tanti sono i ricordi di lui! La voce di Walter sulla segreteria telefonica di casa era inconfondibile! La sua voce aveva l’anima di chi sa capire e amare, oltreché far divertire! Se penso che mi chiamava spesso “mammina”! Forse per lui lo ero: io c’ero sempre, ad ascoltare le sue tristezze di uomo e personaggio pubblico. Negli ultimi due anni della sua vita. Al suo ultimo pranzo…Dire che mi manca oggi è poco. Ci sono alcune foto dove si vede che mi prende per mano…che bello!

Come la scorsa edizione 2016, quest’anno sono qui a Cervia ospite in giuria, mi occupo di varie attività culturali e ho portato con me anche Tiffany “Animal academicum” con la sua garbata ironia e poesia che ha persino ricevuto un Annullo filatelico delle Poste Italiane nella data del 13 dicembre 2016. Ma chi è Tiffany “Animal academicum”? E cosa contengono o raffigurano queste piccole opere formato francobollo che indosso come orecchini e spilla? Lo riporta l’Adnkronos: http://www.adnkronos.com/cultura/2017/01/05/cagnolina-degli-aforismi-masha-sirago-tiffany-mostra-milano_6kIC0HNVz1r5VDmRJv0fnK.html e, per saperne di più,  “Allo Spazio Filatelia Milano in mostra le opere in formato francobollo di Tiffany “Animal academicum” con cartolina postale e annullo filatelico”: http://www.mondoliberonline.it/allo-spazio-filatelia-milano-in-mostra-le-opere-in-formato-francobollo-di-tiffany-animal-academicum-con-cartolina-postale-e-annullo-filatelico/67042/. Soprannominato anche Tiffany il “Can…ravaggio” del Terzo Millennio dal Prof. Claudio Strinati (leggi Intervista a Claudio Strinati: dalla Soprintendenza al Polo Museale di Roma a Caravaggio e…a Tiffany il “Can…ravaggio” del Terzo Millennio: http://www.mondoliberonline.it/intervista-a-claudio-strinati-dalla-soprintendenza-al-polo-museale-di-roma-a-caravaggio-e-a-tiffany-il-canravaggio-del-terzo-millennio/71900/).

Del mio primo incontro con Walter ne parla anche chi ci ha fatto conoscere: Beppe Cardile, musicista e scrittore (7’09″ © copyright Masha Sirago): clicca su https://www.youtube.com/watch?v=9HKugnMOiAE&t=7s

Riproduzione riservata, Masha Sirago testo, foto e video © copyright Masha Sirago e © copyright Masha Sirago/ReportersAssociati&Archivi, mashasirago@gmail.com – www.mashasirago.com

 


Tags:

attore

Ava Gardner

Beppe Cardile

Bruno Guidazzi

Cervia

Claudia Bissi

comici

Federico Fellini

Guido Guidazzi

Il Sarchiapone

La Dolce Vita

Masha Sirago

Michele Sancisi

rassegna comici

Simone Annicchiarico

teatro

Walter Chiari

Zimbo


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *