A Venezia: Solarino, Accorsi e Timi in “ Ruggine”

//   3 settembre 2011   // 0 Commenti

Ruggine-film-venezia

La seconda giornata della Mostra del cinema di Venezia ha visto il livello qualitativo crescere notevolmente: merito di tale elevazione è stato sopratutto di Ruggine, la pellicola di Daniele Guaglianone, presentata nella bella cornice della Sala Darsena dal regista e dai tre interpreti adulti,Valeria Solarino, Filippo Timi e Stefano Accorsi.
I tre attori si sono detti molto soddisfavaleria solarinostefano accorsiRuggine film veneziatti per aver potuto collaborare con l’autore, sperimentatore visivo che preferisce rischiare qualcosa piuttosto che produrre il solito film italiano: almeno così ha voluto dichiarare al pubblico accorso ad applaudire la sua ultima fatica.
Ruggine infatti, pur trattando di una tematica non proprio originalissima (le molestie sui bambini e le loro ripercussioni sulle vittime divenute adulte), è una sintesi personalissima del romanzo originale di Stefano Massaron. Guaglianone infatti preferisce che a parlare siano le immagini con la loro forza espressiva, piuttosto che attraverso uno svolgimento narrativo tradizionale. Molte inquadrature astratte, di difficile decifrazione, spesso cupe, con una prevalenza di tonalità metalliche, tendenti alla corruzione della materia (preannunciata dal titolo).

I quattro interpreti principali, assente Valerio Mastandrea, sono piuttosto bravi nel risultare credibili e sfiorare quasi lo stereotipo o la macchietta, in particolar modo l’orco Filippo Timi, che riesce a creare un personaggio che rimarrà impresso nella memoria cinematografica collettiva.
Avra’ successo? Staremo a vedere


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *