A Roma serata inaugurale del meeting IBAC: focus su sviluppo sostenibile della Capitale

//   23 marzo 2012   // 1 Commento

ibacexpo-Roma

La sessione di lavoro è stata presentata ieri sera al Palazzo delle Esposizioni e si è aperta stamattina, in Aula Giulio Cesare in Campidoglio, con gli interventi introduttivi del sindaco Alemanno, di sir Martin Sorrell, fondatore e Ceo del gruppo Wpp, leader mondiale nei servizi di comunicazione e advertising, e di Federico Mollicone, delegato del Sindaco per IBAC 2012.
Alle ore 14.00, presso la Sala Stampa Estera, il Sindaco e sir Martin Sorrel incontreranno i giornalisti per la conferenza stampa di chiusura, in cui saranno rese note le cifre degli investimenti privati disponibili nei prossimi mesi su Roma.
L’edizione di IBAC 2012, dal titolo “Il futuro di Roma Capitale, oggi. Investimenti e sviluppo sostenibile”, sarà focalizzata soprattutto sulla leva degli investimenti privati come strumento per rilanciare il ruolo di Roma.
I lavori del Board si concentreranno su tre grandi aree tematiche, vitali per lo sviluppo e la modernizzazione della città di Roma: lo sviluppo della sostenibilità ambientale, quello delle infrastrutture e infine lo sviluppo dell’ICT, il tutto nel rispetto della qualità urbana di una città unica e ricca di storia e tradizioni come Roma.
Lo sviluppo della mobilità sostenibile, il Piano d’azione per l’energia sostenibile e il piano quadro della ciclabilità sono i temi progettuali nei quali si articola l’obiettivo strategico di Roma Capitale in materia di sostenibilità ambientale. Il Masterplan per la rigenerazione urbana di Tor Bella Monaca, il potenziamento delle linee metropolitane, con la realizzazione di nuove infrastrutture e il miglioramento di quelle esistenti, l’installazione di pannelli fotovoltaici sui tetti delle scuole, gli investimenti nelle smart grid attraverso l’ammodernamento e l’automazione degli impianti esistenti, la riduzione dei consumi e delle emissioni inquinanti sono requisiti fondamentali per migliorare la qualità della vita dei cittadini, con una straordinaria opportunità di sviluppo, occupazione e attrazione di investimenti.
L’introduzione e la diffusione dell’ICT rappresenta una risorsa essenziale per migliorare la competitività della Capitale. Per questo motivo le tecnologie dell’informazione e della comunicazione vanno considerate arme strategiche per l’amministrazione e per il ‘sistema città’.
Attraverso lo sviluppo delle infrastrutture, Roma è in grado di realizzare la sua vocazione di capitale del turismo mondiale e riferimento ideale per i traffici marittimi e terrestri. Roma può e deve essere attrattiva non solo attraverso la valorizzazione del proprio immenso patrimonio archeologico, storico, artistico e culturale, ma anche con il resto del proprio amplissimo territorio, attraverso il potenziamento dei nodi di accesso all’area metropolitana, lo sviluppo del Hub aeroportuale di Fiumicino e della sua connessione alla città, la riqualificazione del lungomare di Ostia e l’ampliamento del Porto Turistico.
I membri dell’IBAC discuteranno delle prospettive d’investimento e sviluppo offerte dalla città di Roma, proponendo all’Amministrazione capitolina idee e consigli per elaborare strategie e processi di sviluppo per il medio e lungo termine.
Fra i membri del Board IBAC 2012, l’investitore di Hong Kong Victor Chu, presidente del First Investment Group, il re della vodka russa Roustam Tariko, presidente di Russian Standard Corporation, oggi anche pioniere del credito al consumo nella Federazione russa, Johan Eliasch, il presidente del gruppo sportivo Head, Ermenegildo Zegna, il Ceo dell’omonimo gruppo tessile, Giuseppe Recchi, presidente di Eni, Guidalberto Guidi, presidente di Ducati Energia, Mauro Moretti, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, oltre ai banchieri del Grupo Santander Private Banking Italy, di Jp Morgan Chase, Ubs e Unicredit e ai top manager di Sky Italia, Ford, Volkswagen, Renault, Jaguar Land Rover, Bain &Co, Burberry, Cisco, Coca-Cola, Colgate-Palmolive, Prada, Diesel, Telecom Italia, Imax, Yahoo! e Google.
La formula dell’Ibac nasce nel 1988 quando i business leader istituirono un consiglio consultivo permanente per il sindaco di Shangai. Nel 2008 con l’elezione di Boris Johnson si è insediato a Londra e, dal 2010, si riunisce anche a Roma.

 

Fonte: www.duepuntozero.alemanno.it


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. Pingback: Roma: Alemanno, Meeting Ibac oltre 8 miliardi di investimenti – Agenzia di Stampa Asca | ROMAORA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *