A Milano, per “Prima delle prime” al Teatro alla Scala l’opera “Andrea Chénier” di Umberto Giordano e a Palazzo Reale la mostra “Incantesimi” dell’Associazione Amici della Scala

//   3 dicembre 2017   // 0 Commenti

2-incantesimi-ph-masha-sirago

1 Don Carlo Prima delle Prime ph Masha Sirago1 300x225

Prime delle Prime - "Don Carlo" di Verdi (11 gennaio 2017)

Per “Prima delle prime”, appuntamento dell’Associazione Amici della Scala, si terrà lunedì 4 dicembre alle ore 18 (ingresso libero) presso il Ridotto dei palchi “A.Toscanini” del Teatro alla Scala l’incontro dedicato all’opera Andrea Chénier di Umberto Giordano (libretto di Luigi Illica), “Il lato oscuro delle rivoluzioni” con ascolti, tenuto da Angelo Foletto, giornalista e critico musicale, con la partecipazione del M° Riccardo Chailly.

2 Chailly 1 300x224

Riccardo Chailly, director

La stagione lirica della Scala si inaugura con “Andrea Chénier” di Umberto Giordano (pugliese di nascita, milanese d’adozione, scaligero per assidua frequentazione) nel centocinquantenario della sua nascita: un titolo che in realtà non avrebbe bisogno di ricorrenze per essere rappresentato. Torna con la direzione di Riccardo Chailly che aveva diretto quest’opera, appartenente al repertorio verista, nella stagione lirica 1982-1983. Più di trent’anni di silenzio per un capolavoro in cui Chailly crede profondamente.

“Datemi un bel libretto e mi prenderò la responsabilità di un bel successo.” Così Giordano, ma la situazione non era facile dopo l’insuccesso di Regina Diaz. Alla nascita dell’opera contribuirono due padrini d’eccezione, due amici come Alberto Franchetti e Pietro Mascagni, che con la loro influenza riuscirono a dissipare i dubbi iniziali esistenti (per irrappresentabilità) sia da parte dell’editore Sonzogno sia della Scala. Il libretto scritto da Luigi Illica si ispirava alla vita del poeta André Chénier al tempo della rivoluzione francese: in realtà il soggetto era difficilmente immaginabile per un’opera in quel periodo, in quegli anni verso la fine dell’800. Significava l’abbandono del ’700 non solo musicale. Andrea Chénier è un “dramma storico” sulla rivoluzione francese, un archetipo dell’opera romantica “fin de siècle”.

1 Incantesimi ph Masha Sirago1 300x224

mostra "Incantesimi" a Palazzo Reale

L’opera andò in scena alla Scala il 28 marzo 1896. Il successo fu grande e rapidamente si estese all’estero. Riscosse subito l’ammirazione di Richard Strauss e soprattutto di Gustav Mahler, che colpito da un autore “tanto innovativo nell’armonia e potente nel pathos” diresse una straordinaria esecuzione di Chénier ad Amburgo nel 1897.

4 Scala ph © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi1 300x224

Teatro alla Scala

L’apertura della stagione scaligera è dedicata al grande direttore Victor De Sabata (a 50 anni dalla morte), che durante la sua sovrintendenza alla Scala portò la serata inaugurale dal 26 al 7 dicembre, giorno di Sant’Ambrogio, patrono di Milano. Cast eccezionale per l’opera : Riccardo Chailly, Mario Martone, regista esperto di affreschi storici in scena e sullo schermo, Margherita Palli scenografa ronconiana, Ursula Patzak costumista, Yusif Eyvazov e Anna Netrebko interpreti principali.

3 Masha Sirago 5.10.20151 225x300

Masha Sirago, scrittrice

Prosegue, intanto, a Palazzo Reale la mostra “Incantesimi. I costumi del Teatro alla Scala dagli anni Trenta a oggi”, per celebrare la storia e l’identità del Teatro alla Scala, dagli anni Trenta del secolo scorso fino ai nostri giorni. Aperta al pubblico fino al 28 gennaio 2018 e con ingresso gratuito è curata da Vittoria Crespi Morbio, storica della scenografia teatrale ed esperta dei rapporti tra arti figurative e teatro musicale. I 24 costumi esposti nelle Sale degli Arazzi sono stati realizzati dalle firme più celebri della storia del teatro. Caramba, mago della Scala negli anni di Toscanini; Franco Zeffirelli, uomo di spettacolo tout court; Anna Anni, attenta e poetica indagatrice delle epoche storiche; i premi Oscar Piero Tosi, Gabriella Pescucci e Franca Squarciapino; Pier Luigi Pizzi, artefice di fasti barocchi; gli stilisti Gianni Versace, con le creazioni per Robert Wilson, e Karl Lagerfeld, per Luca Ronconi, sono solo alcuni dei nomi che in teatro hanno goduto della libertà di osare, sperimentando forme e materie nuove che solo la realtà immaginifica del palcoscenico rende possibili. Ogni costume rimanda alla creazione di storici spettacoli per la regia di Luchino Visconti, Giorgio Strehler, Luca Ronconi, Liliana Cavani, Robert Wilson, Robert Carsen e molti altri. Ad indossarli, divi quali Maria Callas, Renata Tebaldi, Carla Fracci, Rudolf Nureyev, Boris Christoff. A corredo della mostra, il volume “Incantesimi. I costumi del Teatro alla Scala dagli anni Trenta a oggi” (pag.312) edito dagli Amici della Scala. Del volume ne parla Francesco Maria Colombo, direttore d’orchestra e fotografo. Masha Sirago incontra Francesco Maria Colombo, mostra “Incantesimi” (video 2’52″ © copyright MS): https://www.youtube.com/watch?v=XQyOjwXbXYk

Leggi anche:

Madama Butterfly” per “Prima delle prime” degli “Amici della Scala” al Ridotto dei palchi “A.Toscanini” del Teatro alla Scala : http://www.mondoliberonline.it/madama-butterfly-per-prima-delle-prime-degli-amici-della-scala-al-ridotto-dei-palchi-a-toscanini-del-teatro-alla-scala/66678/.

Riccardo Chailly per “Prima delle prime” alla Scala: “Giovanna d’Arco” di Giuseppe Verdi: http://www.mondoliberonline.it/riccardo-chailly-per-prima-delle-prime-alla-scala-giovanna-darco-di-giuseppe-verdi/59328/.  Il “Museo Renata Tebaldi” a Milano nelle vetrine degli stilisti Dolce&Gabbana in via della Spiga: http://www.mondoliberonline.it/il-museo-renata-tebaldi-a-milano-nelle-vetrine-degli-stilisti-dolcegabbana-in-via-della-spiga/59606/

Renato Bruson: intervista-conversazione, dal palcoscenico della lirica al collezionismo di opere d’arte dell’Ottocento: http://www.mondoliberonline.it/renato-bruson-intervista-conversazione-dal-palcoscenico-della-lirica-al-collezionismo-di-opere-darte-dellottocento/49045/

“Storia dell’opera italiana” di Fabrizio Dorsi e Giuseppe Rausa, presentato al Conservatorio di Milano: http://www.mondoliberonline.it/storia-dellopera-italiana-di-fabrizio-dorsi-e-giuseppe-rausa-presentato-al-conservatorio-di-milano/68752/

Masha Sirago, video e ph © copyright Masha Sirago/ReportersAssociati&Archivi, mashasirago@gmail.comwww.mashasirago.com

 


Tags:

Amici della Scala

Andrea Chénier

Angelo Foletto

Francesco Maria Colombo

Giovanna d'Arco

Incantesimi. I costumi del Teatro alla Scala

Madama Butterfly

Mario Martone

Masha Sirago

milano

mostra

Museo Renata Tebaldi

opera lirica

Palazzo Reale a Milano

prima alla Scala

Prime delle prime

Riccardo Chailly

Scala

Teatro alla Scala

Umberto Giordano

Victor De Sabata

Vittoria Crespi Morbio


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *