A 41 anni vive ancora con i genitori. I suoi gli fanno causa

//   20 settembre 2011   // 0 Commenti

Tanguy il film

pellicolaNon so’ se ricorderete il film ”Tanguy” il figlio ventottenne di una coppia. Intellettualmente dotato (Normale Superiore, master in filosofia e in giapponese e con una tesi in cinese in corso di stesura) ma anche affascinante (i genitori hanno perso il conto delle sue conquiste femminili). Con un solo problema: non intende andarsene da casa. Il suo interesse per la lingua cinese sembra però aprirgli nuovi orizzonti: partirà per stabilirsi a Pechino. Quando arriva il contrordine (con un rinvio della partenza di almeno un anno) sua madre, Edith, esplode. Non sopporta più la presenza del figlio in casa e, anche se avverte del rimorso per i sentimenti che prova, decide di forzare i tempi. In accordo con il coniuge mette in atto tutte le strategie possibili per far sì che il ragazzo si senta a disagio nella vita familiare.

Commedia ai margini dell’inverosimile che rende perfettamente questa vicenda che vede protagonista  un 41enne che ha un lavoro stabile e guadagna bene in un ente locale a Venezia. Ma di lasciare la cameretta d’infanzia non vuol saperne. Per questo i genitori si sono rivolti all’Adico, l’associazione Difesa Consumatori di Mestre per avere assistenza legale. Se entro 10 giorni l’uomo non lascia la casa familiare la questione verrà sottoposta al Tribunale di Venezia, con la richiesta di un ordine di protezione. Dopo innumerevoli vani tentativi di convincere il figlio ad andarsene, i genitori si sono detti allo stremo, stanchi di sopportare le continue vessazioni di un figlio più che adulto, e ben sistemato, ma che non ha alcuna intenzione di lasciare la casa in cui ha i vestiti lavati e stirati e i pasti sempre pronti.

Così l’ufficio legale dell’Adico ha fatto partire una lettera di diffida al figlio ‘bamboccione’. Il quarantenne – come spiega la stessa associazione – con le sue continue richieste e un atteggiamento, pare, violento e aggressivo, ha portato i genitori all’esasperazione, tanto che la madre è stata ricoverata. «Finora abbiamo avuto una soluzione positiva praticamente in tutti i casi, prima ancora di arrivare alla causa – spiega uno dei legali dell’Adico – l’orientamento dei giudici infatti è quello di indurre le parti a trovare un accordo. Sono centinaia le famiglie invischiate in un rapporto malsano con figli che, pur avendo la possibilità di uscire di casa non lo fanno o che non lavorano e sono contenti di non farlo, e spesso vessano i genitori con crescenti pretese».

Nel film Tanguy si sposa e va a vivere in Giappone con il lieto fine e la gioia dei familiari. Chissa’ come andra’ a finire con il nostro 41enne!


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *